Prima di utilizzare un prodotto per sbiancare la pelle o stirare i capelli meglio fare attenzione alla sua provenienza! I prodotti non a norma possono essere rischiosi.

Sbiancanti per la pelle

Se hai una pelle naturalmente scura sappi che gli sbiancanti per la pelle sono potenzialmente prodotti pericolosi perché possono contenere sostanze tossiche; per quanto riguarda i cosmetici legalmente commercializzati il problema non si pone, ma fai attenzione a quelli non prodotti nell’Unione Europea che vengono comunque venduti attraverso canali non ufficiali (su Internet o sottobanco in alcuni negozi).
Le sostanze più pericolose utilizzate negli sbiancanti sono il mercurio o altre sostanze come i cortisonici che sono autorizzate solo come farmaci e non come cosmetici.

Stiranti per capelli

Se hai una capigliatura particolarmente crespa sappi che gli stiranti per capelli, che agiscono modificando la conformazione naturale della cheratina, se acquistati su canali ufficiali e con etichetta regolare, sono sicuri; devi invece fare attenzione a quelli importati frequentemente dai paesi extra UE, in particolare dal Brasile, che possono rappresentare un rischio per la tua salute qualora contenenti sostanze potenzialmente pericolose, come ad esempio la formaldeide, in quantità superiori a quelle consentite dalla normativa europea.

L’uso dei prodotti sbiancanti/coloranti all’henné è abbastanza diffuso tra la popolazione immigrata. La moda è più diffusa tra i giovani e i laureati che acquistano soprattutto prodotti cosmetici nei mercatini cittadini.
La conoscenza dei prodotti avviene soprattutto tramite internet.

Molti di questi prodotti sbiancanti, oltre che contenere principi attivi come Hg, Idrochinone e corticosteroidi, contengono un livello rilevabile di metalli tossici come il Cd, il Pb e metalli potenzialmente allergenici come il Co, il Cr ed il Ni.
Poiché le Direttive Europee vietano la presenza di questi metalli e ammettono l’impiego dell’idrochinone solo in prodotti cosmetici per le unghie, gli articoli circolanti nel mercato del nostro paese che li contengono sono fuori norma.

Anche per gli sbiancanti della pelle, vale quanto riportato nel Regolamento cosmetico 1223/2009 e cioè che gli ingredienti presenti negli allegati da III a VI del Regolamento cosmetico 1223/2009 possono essere utilizzati alle restrizioni previste (gli ingredienti nell’allegato II sono vietati), inoltre possono essere utilizzati altri ingredienti, ma solo se persone competenti hanno valutato che il prodotto, che contiene quei determinanti ingredienti, è sicuro.

Sul sito ABC Cosmetici trovi una sezione dedicata alla sicurezza degli stiranti per i capelli.

stiranti-capelli

La formaldeide è un ingrediente nocivo?

La formaldeide è considerata cancerogena quando inalata per via respiratoria in ambienti dove vi è un’alta concentrazione di questa sostanza in forma volatile (ambienti di lavoro).

Non è il caso dei cosmetici, dove la concentrazione è sempre molto bassa e la sostanza non viene liberata nell’aria durante l’uso del prodotto.

Per questo, la formaldeide è un ingrediente che può essere impiegato nei prodotti cosmetici, purché alle concentrazioni previste dalla legge.

L’uso di quantitativi bassi è stato dimostrato essere sicuro da numerosi anni e da diversi studi, tanto che è approvato da tutte le normative sui cosmetici, inclusa quella europea e quella statunitense, che sono sicuramente tra le più severe al mondo.

Per approfondire:

Leggi l’OPINION ON α-arbutin (in inglese).

This post is also available in: Inglese